Menu principale

Problemi sulla Presentazione dei Documenti

NON E' STATA ACCREDITATA LA RICARICA EFFETTUATA TRAMITE LA POST PAY E IL PORTALE RIMANDA AL PUNTO ASSISTENZA- L'UTENTE SOSTIENE CHE NON SONO STATI ACCREDITATI EURO 118.00 SUL CASTELLETTO

martedý 15 ottobre 2013 - ID12231952

A seguito dell'operazione di ricarica conclusa con errore la somma di euro 118.00 e' stata impeganata e rimmarra' prenotata per almeno 24/48 h.- Tornera' disponibile appena il sistema si aggiornera'.

Ho fatto due giorni fa la ricarica casteletto e non mi trovo la somma caricata nel mio profilo...

martedý 15 ottobre 2013 - ID12232064

L'importo che ha tentato di ricaricare (70.00 euro) sara' dinuovo disponibile nel saldo contabile entro 24/48 h dall'operazione di ricarica conclusa con errore,senza l'intervento di un operatore

IL DIRETTORE DEL'UFFICIO E' STATO SOSTITUITO . COME SI EFFTUA IL CAMBIO DELL' ANAGRAFICA , INDICANDO I DATI DEL NUOVO DIRETTORE?

martedý 15 ottobre 2013 - ID12232729

Questi sono i passi da effettuare per la modifica richiesta: Home - Cosa devi fare - Consultare dati catastali e ipotecari - Consultazione banche dati - Sister (Professionisti e privati) - Scheda informativa - Come fare per...Modifica dati utenza. Eventualmente si richieda di modificare i dati di un'utenza di consultazione, è necessario inoltrare all'Agenzia delle Entrate una richiesta formale su carta intestata e a firma del legale sottoscrittore della convenzione (Sister - modulo modifica dati utenza - pdf).

Come procedere per un annotamento per atto di surroga bilaterale e la quietanza con atto separato?

lunedý 14 ottobre 2013 - ID12228948

L'utente può registrare subito l'atto che sta redigendo e poi (successivamente alla registrazione dell'atto dell'altro notaio) può trascriverlo, inserendo nel Modello Unico l'atto di riferimento (dell'altro notaio) nel tag: "TitoloSecondario", cioè l'elemento che si utilizza nel caso esistano dei titoli che si riferiscono all'atto principale (atto di nomina, etc.)

Nella fase di export dati viene prodotto un messaggio d'errore: msg controllo black box fallita errore sistema generico emerso nel programma php.conservatorie.3

giovedý 20 giugno 2013 - ID11963425

In caso di errore segnalato dalla Black-Box locale (installata sulla postazione di lavoro presso lo studio), è necessario scaricare il file xml, firmare il documento e trasmetterlo come INVIO di PROVA su SISTER. In questo modo è possibile comunicare all Call Center il codice dell'invio per verificare il contenuto del file e per essere certi che l'errore segnalato dalla Black-Box locale non sia già stato corretto su quella del sistema centrale.

L'utente chiede indicazioni per l'installazione del software "UNIMOD" perchè dopo l'inserimento del file riceve il seguente messaggio: "il programma verra' terminato java,.lange .reflex invocation target exception"

lunedý 10 giugno 2013 - ID11930987

In merito all' eccezione java è relativa al fatto che il software UNIMOD 4.3 sul sistema operativo Windows7 a 64b viene installato di base sul percorso:" c:\ program files (x86) \UniModClient4_3. " Il percorso di installazione, ovvero la scelta della cartella di destinazione, non deve assolutamente contenere spazi intermedi . Per ovviare a tale inconveniente si consiglia di installare nuovamente il software UNIMOD 4.3, ed alla richiesta del percorso di destinazione digitare un percorso che non contenga spazi (es. c:\Unimod4_3\)

Il file non e' stato accettato per il seguente motivo : Nel documento inviato non sono stati inseriti gli allegati.

giovedý 30 maggio 2013 - ID11904915

Il file inviato non è corretto poichè non contiene i file .dat che vengono automaticamente prodotti dal software selezionando l'invio telematico, pertanto viene restituito il messaggio di scarto "Nel documento inviato non sono stati inseriti gli allegati". Andrà ricrearto il file in oggetto seguendo la procedura standard ed effettuare un nuovo invio della pratica. Attraverso la funzione Esporta, i file che compongono il documento da esportare sono raggruppati in un unico file compresso, avente come estensione DC3. Se si vuole esportare il documento in formato PDF per l'invio telematico, basta selezionare l'opzione Export per invio telematico, cliccando su di essa con il mouse. Dopo aver selezionato il documento da esportare, compare lo schermo che permette di scegliere il drive e la directory dove esportare il documento. L'estensione dei documenti Docfa compressi è DC3 per la presentazione allo sportello e PDF per l'invio telematico. Il formato di compressione DC3 è compatibile con tutti i programmi che accettano il formato ZIP. Nell'archivio compresso, DC3 o PDF, vengono accorpati dalla procedura il documento Docfa, i dati metrici, l'elenco subalterni, tutte le immagini e gli allegati vari. Il nome esterno del file è uguale al nome del documento che contiene (esempio per il documento NCA010.DAT verrà creato il file NCA010.DC3 o NCA010.PDF).

SISTEMA OPERATIVO WINDOWS XP VERSIONE PREGEO 10.00 APAG IN PROPOSTA DI AGGIORNAMNETO LE LINEE ROSSE VENGONO CORRETTAMENTE INSERITE diventano nere nelle descrizioni . compaiono in FASE DISTAMPA in colore nero

giovedý 16 maggio 2013 - ID11859317

INSTALLARE NUOVO PREGEO Resa disponibile sul sito dell'AdT il giorno 27/06/2012 PREGEO 10.00-G - Versione 10.1.5 del 10/01/2012 Versione di APAG 1.13 Versione di FIRE 7.1.18 Installare pregeo cliccando con il pulsante destro del mouse sul file di installazione e scegliere la voce "Esegui come amministratore" (non è necessario disinstallare la versione precedente) Una volta installato il programma cliccare sempre con il pulsante destro del mouse sulla voce di menu che lancia il programma e scegliere sempre "Esegui come amministratore".

DOVE REPERIRE ARCHIVIO TARIFFARIO PROVINCIA : MA DAL SISTEMA DEL SITO AGENZIA TERRITORIO NON FUNZIONA

mercoledý 15 maggio 2013 - ID11857414

Per predisporre l'ambiente del proprio PC allo scarico del file tariffe, dal sito Docfa4 dell'Agenzia del Territorio, è necessario: 1)creare sul proprio disco una directory in cui verrà scaricato il file compresso ad es. c:archivi(il nome della directory non deve contenere spazi, quindi, non è possibile scaricarli sul desktop!!); 2)nella directory scelta sarà scaricato il file ark_xx.zip, dove xx sta per la sigla della provincia(es. ark_rm.zip per roma); 3)decomprimere il file e eseguire il caricamento delle tariffe dal pacchetto docfa.

Il file non accettato per il seguente motivo : la normativa vigente consente l'invio del modello unico contenente il titolo digitale ai soli notai.

venerdý 3 maggio 2013 - ID11823949

Premesso che il provvedimento che disciplina la trasmissione per via telematica degli atti redatti, ricevuti o autenticati dai segretari o delegati della pubblica amministrazione e dagli altri pubblici ufficiali, diversi dai notai, di cui alla lettera b), dell'art. 10 del T.U. dell'imposta di registro, prevede la trasmissione degli atti pubblici amministrativi e non consente al momento la trasmissione per via telematica degli atti amministrativi, si riportano di seguito i dati necessari alla compilazione del Modello Unico da parte degli Altri Pubblici Ufficiali: inserire nel campo Dati utente- DATI ANAGRAFICI -C.F. PUBBLICO UFFICIALE. (corrispondente a ChiaveFile nel file xml) il codice fiscale del pubblico ufficiale (persona fisica) che appone la firma digitale inserire nel campo Dati titolo - Adempimento (corrispondente a ChiaveAdempimento nel file xml) il codice fiscale del pubblico ufficiale (persona fisica), che coincide con colui che appone la firma digitale al documento finale; l'indicazione di un diverso codice fiscale determina lo scarto del documento per i dati che si riferiscono al PagamentoTelematico, nella CONVENZIONE BANCARIA " inserire nel campo C.F. INTESTATARIO il codice fiscale del pubblico ufficiale (persona fisica) " inserire nel campo C.F. STUDIO il codice fiscale dell'ENTE per il quale opera il pubblico ufficiale e sul conto del quale viene addebitato il pagamento dei tributi dovuti; la mancata indicazione o l'indicazione di un diverso codice fiscale determina lo scarto del documento Si evidenzia che il titolo telematico allegato, avente la sola firma digitale apposta dal pubblico ufficiale abilitato (persona fisica), deve rispettare il formato previsto dalla normativa che soddisfi lo standard PDF/A versione 1.4. (vd. Allegato tecnico al decreto interdirigenziale 21 dicembre 2010 presente sul sito dell'Agenzia del Territorio). Inoltre nel caso in cui si intenda trasmettere i tipi di atto di cui all'art. 6, comma 3, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito con legge 17 dicembre 2012, n. 221, (con decorrenza dal 1 gennaio 2013), si precisa quanto segue: questi atti vengono trasmessi solo al fine della "registrazione" presso l'Agenzia dell'Entrate (all'interno del file à Elaborazione: 1 = solo Ufficio delle Entrate), pertanto non c'è alcuna necessità di inserire nel file il titolo digitale firmato poiché il Titolo digitale in questo caso non viene né trasmesso agli uffici dell'Entrate né conservato a norma e costituisce invece un peso rilevante ed inutile del documento trasmesso.

Si chiede quale correttivo occorre apportare ai dati inseriti su UNIMOD per la seguente segnalazione di errore: "Il file non e' stato accettato per il seguente motivo "

lunedý 8 aprile 2013 - ID11737186

Inserire nel campo Dati utente- DATI ANAGRAFICI -C.F. PUBBLICO UFFICIALE. (corrispondente a ChiaveFile nel file xml) il codice fiscale del pubblico ufficiale (persona fisica) che appone la firma digitale inserire nel campo Dati titolo - Adempimento (corrispondente a ChiaveAdempimento nel file xml) il codice fiscale del pubblico ufficiale (persona fisica), che coincide con colui che appone la firma digitale al documento finale; l'indicazione di un diverso codice fiscale determina lo scarto del documento per i dati che si riferiscono al PagamentoTelematico, nella CONVENZIONE BANCARIA " inserire nel campo C.F. INTESTATARIO il codice fiscale del pubblico ufficiale (persona fisica) " inserire nel campo C.F. STUDIO il codice fiscale dell'ENTE per il quale opera il pubblico ufficiale e sul conto del quale viene addebitato il pagamento dei tributi dovuti; la mancata indicazione o l'indicazione di un diverso codice fiscale determina lo scarto del documento

Il file non e' stato accettato per il seguente motivo : " Nel documento inviato non sono stati inseriti gli allegati".

lunedý 11 marzo 2013 - ID11657455

Gentile utente, la informiamo che il file inviato non è corretto poichè non contiene i file .dat che vengono automaticamente prodotti dal software selezionando l'invio telematico, pertanto viene restituito il messaggio di scarto "Nel documento inviato non sono stati inseriti gli allegati". La invitiamo quindi a ricreare il file in oggetto seguendo la procedura standard e tentare un nuovo invio della pratica. Le ricordiamo che,nella funzione Esporta, i file che compongono il documento da esportare sono raggruppati in un unico file compresso, avente come estensione DC3. Se si vuole esportare il documento in formato PDF per l'invio telematico, basta selezionare l'opzione Export per invio telematico, cliccando su di essa con il mouse. Dopo aver selezionato il documento da esportare, compare lo schermo che permette di scegliere il drive e la directory dove esportare il documento. L'estensione dei documenti Docfa compressi è DC3 per la presentazione allo sportello e PDF per l'invio telematico. Il formato di compressione DC3 è compatibile con tutti i programmi che accettano il formato ZIP. Nell'archivio compresso, DC3 o PDF, vengono accorpati dalla procedura il documento Docfa, i dati metrici, l'elenco subalterni, tutte le immagini e gli allegati vari. Il nome esterno del file è uguale al nome del documento che contiene (esempio per il documento NCA010.DAT verrà creato il file NCA010.DC3 o NCA010.PDF).

Il file non e' stato accettato per il seguente motivo : Non e' consentito richiedere compensazioni per importi (203,00) superiori a quelli relativi agli atti inerenti al modello che si sta inviando (0,00).

mercoledý 2 febbraio 2011 - ID09284835

Gentile utente, abbiamo effettuato dei controlli relativi al file inviato ed abbiamo riscontrato che è stata richiesta una compensazione su un atto liquidato ad importo zero. Come descritto dalla ricevuta di scarto prodotta "Non e' consentito richiedere compensazioni per importi superiori a quelli relativi agli atti inerenti al modello che si sta inviando". Ne consegue quindi che, liquidando normalmente l'atto e inserendo gli estremi per la compensazione il problema verrà superato.

L'utente non riesce ad effettuare una compensazione lato territorio a fronte di una trascrizione o iscrizione eliminata dal deposito.

lunedý 31 gennaio 2011 - ID09219820

Informato l'utente che la nota sulla conservatoria è stata eliminata dal deposito, essendo questa una trascrizione ma non un annotamento, non è possibile,a fronte dell'eliminazione dal deposito, effettuare la compensazione sul sistema telematico.La compensazione territorio si potrà essere quindi effettuata solo ed esclusivamente per gli annotamenti

L'utente non visualizza gli avvisi di pagamento. La conservatoria ha confermato di aver rilasciato gli avvisi di pagamento. Essendo stato liquidato solo in parte, l'utente ha urgenza di visualizzare la ricevuta per completare il pagamento

martedý 25 gennaio 2011 - ID09226962

E' stato informato l'utente che per la visualizzazione delle comunicazioni di liquidazione relativi agli annotamenti, deve consultare la sezione inerente le COMUNICAZIONI e non quella inerente degli AVVISI che sono relativi agli AVVISI DI LIQUIDAZIONE del territorio (inerenti es. le trascrizioni) e quelli relativi alle Entrate.

L'utente non riesce a consultare le comunicazioni di liquidazione relative al M.U. sul sito di Sister:

mercoledý 12 gennaio 2011 - ID09108633

Seguito utente in linea, informato che per la visualizzazione delle comunicazioni di liquidazione relativi agli annotamenti deve consultare la sezione inerente le COMUNICAZIONI e non quella inerente gli AVVISI che sono invece relativi agli avvisi di liquidazione del territorio (inerenti es. le trascrizioni) e quelli relativi alle Entrate.

L'UTENTE SEGNALA PROBLEMI IN RIF. LA RICEVUTA DI TRASMISSIONE DEL DOCUMENTO

giovedý 30 dicembre 2010 - ID09178992

Ho informato l'utente che non si tratta di un'anomalia bensi si tratta delll'identificativo univoco UTC ("timestamp" con risoluzione al microsecondo, allineato costantemente con l'orologio campione italiano mantenuto presso l'Istituito Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris di Torino), assegnato all'invio del documento telematico

L'utente ha fatto richiesta per portale comuni per intrania e capezzo il 17/11 ha fatto più solleciti assistenzaweb@agenziaentr ate.it ma non ha ricevuto risposta ha diverse abilitazioni

lunedý 27 dicembre 2010 - ID09163999

Si informa che questo da Lei utilizzato non è il canale corretto per effettuare segnalazioni relative alle nuove convenzioni richieste con l'Agenzia delle Entrate. Riportiamo di seguito le indicazioni persenti sul sito dell'Agenzia (http://www.agenziaentrat e.it/), in particolare alla URL http://www.agenziaentrate .it/?id=6253#costi_serviz i per effetuare la richiesta di convenzioni da lei indicate:. Modalità di adesione . I comuni e le comunità montane che intendono richiedere l'adesione al servizio devono far pervenire all'Agenzia delle Entrate la seguente documentazione:. due copie delle "condizioni generali di servizio" - pdf (1.36 MB) . la scheda per l'attivazione del servizio - pdf (34.33 KB) . l' informativa sulla Privacy - pdf (56.83 KB) . la copia, con firma autografa, di un documento di riconoscimento del responsabile degli accessi al portale . I documenti devono essere inviati all'Ufficio Gestione Contratti e Convenzioni della Direzione Centrale Sistemi Informativi dell'Agenzia delle Entrate secondo una delle seguenti modalità:. in forma cartacea a firma autografa per A/R all'indirizzo: Viale Antonio Ciamarra n 144 - 00173 Roma; . con firma digitale per posta elettronica certificata all'indirizzo: at_direzionegenerale@pce. agenziaentrate.it . . A seguito della richiesta l'Agenzia procederà ad autenticare l'utente, definire il suo profilo di autorizzazione e fornire, tramite e-mail, le credenziali personali (userID e password) del Responsabile del Servizio necessarie per la registrazione prevista per l'accesso al portale.. i

Come fare per effettuare la disabilitazione degli utenti delegati?

mercoledý 17 febbraio 2010 - ID08087697

Per poter risolvere l'operazione richiesta, il soggetto Delegante della convenzione, dovrà compilare il documento xml con la lista dei soggetti Delegati da disabilitare.


  1. Stampa Stampa